Lo so, questo è un blog dove si parla di come guadagnare Online ma oggi voglio parlare, a titolo di sensibilizzazione sociale di un problema veramente ostico che affligge il mondo..

Perchè ne parlo qui? Ne parlo qui perchè con amici e conoscenti ne parlo sempre, si rompo le scatole a tutti quelli che conosco per metterli a conoscenza di cosa sta accadendo al mondo con il denaro, in realtà la cosa è molto semplice ma questo meccanismo, in realtà non è ben conosciuto.

Vengo al punto, cosa succede nel modo riguardo il denaro?

Il denaro viene stampato dalle banche centrali, e viene stampato a costo zero. (Nota come wikipedia definisca le banche centrali come istituti pubblici, la cosa è assolutamente falsa, sono istituti assolutamente privati che svolgono un’attività illecita e illegittima rubando sovranità agli stati, i quali dovrebbero emettere moneta)

Praticamente la banca centrale è una stamperia, col costo di un euro reale di carta, stampa ad esempio 10 milioni di euro, che non esistono, prende della carta, la stampa e sagoma a banconota e gli attribuisce il valore che decide di attribuirle.

Non è denaro vero, non corrisponde ad un miglioramento della società, non è frutto di lavoro, servizi dati, prodotti creati che fanno crescere la civiltà, non è nulla, è carta, vale, un euro appunto..

Il denaro quindi lo stampano le banche centrali perchè non sono governi e quindi non possono essere giudicate dagli elettori… ammesso poi che in italia si possa ancora votare..

Quindi le banche centrali sono dei falsari a tutti gli effetti ma se tu fai la stessa cosa vieni rinchiuso, loro invece rilanciano e sai cosa ne fanno del denaro che stampano dal nulla?

Tieniti stretto, chiaramente questo denaro viene poi tramite il sistema bancario dato in prestito, a te, a me, o chi glielo chiede, praticamente ti prestano denaro che vale zero ma lo vogliono indietro con gli interessi (spesso usurai, che non vengono nemmeno stampati…), solo che i soldi che tu dai indietro non sono falsi, sono veri, lavorati, sudati e guadagnati così come pure gli interessi!

In gergo si dice che la banca emette soldi a debito.

Tra l’altro i soldi che tu porti in banca vengono a loro volta prestati indipendentemente che tu sia d’accordo o meno.

In sostanza le banche hanno crediti a lungo termine e poca disponibilità a breve termine per i clienti.

Se andassimo tutti insieme a chiedere i nostri soldi in banca la banca fallirebbe.

Devi renderti conto che la ricchezza non si stampa dal nulla, si crea e si distribuisce, sono cose ben diverse!

È il lavoro che produce la ricchezza, il denaro se non è conseguenza di lavoro ruba la ricchezza al lavoro.

Ne consegue che chi prende denaro creato dal nulla ruba ricchezza a chi lavora.

Quindi prima di parlare di Democrazia occorre sapere e capire cosa sta accadendo, per mettere in piedi la stampa del denaro dal nulla hanno confiscato l’oro (ricordi il gold standard?) ai popoli, e con la forza hanno imposto il denaro falso stampato come unica moneta utilizzabile.

Anche ciò che wikipedia dice sul gold standard va completamente spiegato, le cose non stanno esattamente così ma è qualcosa di troppo lungo da trattare in un articolo, magari ne riparleremo ma ti invito a studiare la questione.

Wikipedia in sostanza dice la versione standard di tutto, quella che ti raccontano i politici tanto per dirne una 🙂

Tornando a noi, il problema è che solo le banche possono produrre il denaro, dei falsari che non ammettono concorrenza, questo privilegio illegale è chiamato Signoraggio

Quindi tu per guadagnare devi lavorare, altri il denaro se lo stampano!

Spero tu abbia trovato interessante questo articolo, se già conoscevi queste cose è un modo per tenerle a mente, se non le conoscevi ora le conosci.

Non ho parlato di complotti, massoneria e altre cose… per non essere dispersivo, ciò che ho descritto in questo articolo è reale quanto lo schermo del pc che hai davanti.

Un sistema monetario basato su queste dinamiche nel lungo periodo genera squilibri talmente forti da portarlo al collasso.. magari di questo ne parliamo in un altro articolo.

A presto!

 


Lascia un commento

Your email address will not be published.