Ti premetto che non ci sono regole scritte e vere in assoluto per dare un prezzo ad un infoprodotto.

Considera che il valore di un infoprodotto è il suo contenuto e quanto è in grado di risolvere un problema di qualcuno.

Per definizione quindi se il tuo prodotto è utile verrà ricercato e acquistato in quanto è efficace.

Hai così due approcci per prezzarlo, ossia partire da un prezzo più basso e vedere nel tempo in base agli acquisti se vale la pena alzarlo o viceversa partire da un prezzo alto e chiaramente se mancano gli acquisti dovrai aggiustare un po’ al ribasso, chiaramente senza svendere perchè si presume, e ti consiglio di farlo, tu venda informazione di qualità e utilità.

Nella realtà dei fatti, la dinamica è che il prezzo migliore a cui vendere è il maggior prezzo possibile che le persone sono disposte a pagare per avere il tuo infoprodotto.

Nel migliorare la vendita sono tanti gli aspetti coinvolti, le pagine di vendita, la grafica, l’assistenza che offri, l’informazione in se stessa, ecc.

Metto un accento sull’importanza della scrittura persuasiva per la creazione delle pagine di vendita e dell’aspetto estetico in quanto anche se hai un prodotto ottimo, se questi aspetti peccano le vendite non esploderanno!

Quindi occorre informazione di valore, estetica curata, assistenza efficace, prezzo appropriato e pagine di vendita curate a livello persuasivo in modo da vendere un’immagine preparata e professionale, quindi credibile.

Per quanto riguarda i prezzi ti consiglio anche di adattare i cosiddetti prezzi psicologici, ossia ad esempio euro 29,99 o 99,99 perchè vengono percepiti dalla mente non come 30 o 100 euro, lo so sembra qualcosa di poco conto ma la mente funziona così anche se te ne stai palesemente rendendo conto acquisti meglio a 29,99 che a 30 euro, è una musica diversa per le orecchie.

L’esperienza di molti venditori online descrive addirittura che il numero 7, ad esempio 27 euro vende più del 9, quindi in teoria meglio 27 euro di 29,99, sembra ci siano più conversioni, ripeto non ci sono certezze e non se ne sa nemmeno il motivo, è una semplice constatazione statistica.

Se si vole azzardare un’ipotesi si potrebbe dire che il ,99 sia talmente palese da generare talvolta sospetto, almeno se paragonato al 97 euro pieni ad esempio.

Sperimenta con i tuoi infoprodotti e sentiti libero di provare anche altri prezzi.


Lascia un commento

Your email address will not be published.