Spero far cosa gradita segnalando che, nel cosiddetto decreto pace fiscale, è prevista la possibilità di riscattare “buchi” contributivi.

Vediamo in sintesi i punti fondamentali.

Platea degli aventi diritto: chi ha iniziato a versare contributi dal 1996 in poi.

Max ricattabile: 5 anni (anche non continuativi). Nb: I periodi riscattabili sono quelli compresi tra la prima e l’ultima contribuzione inps.

Operatività: esperibile nel 2019 e 2020.

Detraibilita’: 50% di quanto versato.

Rateizzazione: 60 rate mensili.

Calcolo dell’onere: art 2 comma 5 d lgs 184/1997 (ossia stesso calcolo previsto per riscatto laurea).

Autore: Andrea Gandini – www.dottorgandini.it

Andrea Gandini
www.dottorgandini.it


Lascia un commento

Your email address will not be published.