Voglio in questo articolo innanzitutto comunicare la pubblicazione del nuovo libro di Andrea Gandini intitolato:

Cavalca le bolle speculative

Il grande ologramma, i cicli economici, corsi e ricorsi storici e futuro dell’economia

copertina bolle speculative 1100

Riporto di seguito la prefazione dell’autore che ritengo molto informativa riguardo il tema trattato nel libro.

«Se in un primo momento l’idea non sembra assurda, allora non ha speranza di essere una buona idea». (Albert Einstein).

Questo libro è il risultato di una ricerca indipendente, condotta da un piccolo risparmiatore, di un metodo per non perdere denaro investendo. L’autore ha voluto così condividere con i lettori i risultati. Un libro di domande che utilizza la storia e l’economia per individuare il filo conduttore di tutte le crisi di mercato. Non dunque un libro di economia e neanche di storia, bensì un testo basato su dati che mostrano cicli storici o, come diceva Vico, “corsi e ricorsi storici”.

La vita umana si snoda a cicli in un Universo olografico e a livello economico i comportamenti degli investitori sono caratterizzati da sincronicità, come un pendolo in perenne oscillazione tra euforia e depressione. L’autore, analizzando lunghe serie storiche di dati economici e studiando la storia delle crisi economiche, dimostra la natura endemica della Borsa e dei comportamenti dei risparmiatori. Una piccola parte degli investitori riesce però, rispetto alla massa, a guadagnare. Una volta individuata la direzione del gregge, è dunque possibile guadagnare con una serie di operazioni contrarie? I seguenti capitoli mostrano una analisi del passato e del presente per immaginare un possibile futuro economico. Il testo è un viaggio non solo nella storiografia, ma anche nella fisica, materia nella quale affondano le radici dei cicli. Tra citazioni di personaggi e trader famosi, puntualizzazioni giuridiche, formule di analisi  fondamentale e grafici, il lettore viene condotto sino ad un possibile futuro, per individuare i megatrend dei prossimi decenni. Un approccio metodico di lungo periodo è la chiave per evitare enormi perdite di denaro.

Nelle annotazioni, il lettore potrà trovare consigli bibliografici per ampliare la propria conoscenza sulla finanza, oltre a riflessioni su archeologia, fisica e diritto che volutamente non sono state inserite nel corpo del testo per mantenere una comunicazione sintetica e focalizzata sul titolo.

La speranza dell’autore è che ci siano ancora persone che leggano più di un libro all’anno, pronti ad affrontare letture a volte facili e a volte difficili, spinti dalla curiosità intellettuale. Esclusi libercoli che possono solo trasmettere sensazioni, di gioia, paura, raccapriccio o mere curiosità legate a gossip o sport, vi sono centinaia di libri che possono dare valore al tempo speso per leggerli.

“Il tempo è relativo, il suo unico valore è dato da ciò che noi facciamo mentre sta passando.” Albert Einstein.

Per avere informazioni più dettagliate leggi l’ebook “Cavalca le bolle speculative


Lascia un commento

Your email address will not be published.