Se ancora non fosse chiaro, quando si parla di lavorare da casa, guadagnare tramite internet, si parla di lavoro appunto, quindi diffida ampiamente da chi promette facili e grossi guadagni con pochissimo tempo impiegato ogni giorno.

Ne abbiamo parlato in altri articoli, esistono alcuni metodi, come fare recensioni, rispondere a sondaggi, che se fatti giornalmente possono portare a guadagnare pochi euro e comunque anche nei casi migliori rimaniamo sempre nell’ambito dell’arrotondamento, insomma devi avere un altro lavoro.

Le cose si complicano quando vuoi crearti un vero e proprio stipendio lavorando nel web, insomma c’è da fare, occorre impegno, passione, volontà e preparazione.

La cosa più difficile da avere se si vuole lavorare online è un buon numero di visitatori in quanto poi questo influenza le possibilità che i visitatori diventino clienti e quindi paghino per avere i tuoi prodotti.

La creazione di un sito o blog visitato passa per diverse fasi, la prima è l’individuazione di una nicchia, ossia dell’argomento che vuoi trattare nel tuo blog, il consiglio è quello di occuparti di un argomento che ti appassiona in modo così da esserne competente e di divertirti a lavorare con esso.

Individuato l’argomento (sport, alimentazione, giochi, scienza, ecc) acquisti un dominio, attualmente a cifre irrisorie e uno spazio web (hosting), e sei pronto per creare il tuo sito.

Posso consigliarti su a aruba questo servizio che è un pacchetto nel quale trovi dominio+hosting+wordpress installato

a 26,99 € + iva all’anno.

Quando hai il tuo blog devi cominciare a scrivere articoli interessanti sul tema della tua nicchia.

Devi scrivere con frequenza e interagire con i visitatori che lasciano commenti.

L’ideale se riesci è anche scrivere un articolo al giorno, poi quando il blog ha raggiunto discreta popolarità possono bastare 3 articoli la settimana.

Ricorda che al netto delle tecniche Seo per posizionare i siti, ecc che sono importanti, la cosa più appetibile ai motori di ricerca, sono contenuti nuovi e freschi, non copia e incolla, quindi devi scrivere, scrivere, scrivere, solo così puoi avere speranza di posizionarti bene e avere un blog visitato.

Pubblicizza poi i tuoi articoli sui social, insomma fai più rumore che puoi per farti sentire.

Questa fase è importantissima, se sei bravo puoi vedere i primi risultati dopo 6/8 mesi almeno, e comunque almeno un anno per apprezzare il risultato dei tuoi sforzi mettilo in preventivo.

Crea una pagina facebook relativa al tuo sito.

Quando hai parecchi visitatori puoi decidere di mettere anche dei banner pubblicitari per monetizzare il traffico web al tuo sito ma personalmente ritengo che se hai creato il blog per vendere un prodotto o più prodotti (ebook, servizi, software, ecc) allora non metterei i banner, a fronte di piccoli guadagni portano via i potenziali clienti dal tuo sito indirizzandoli ad altri siti.

Se non hai un prodotto tuo potresti iscriverti ad un programma di affiliazione e guadagnare una percentuale sulla vendita del prodotto in affiliazione.

Se hai già un negozio fisico, ritengo sia tempo di trasferirlo anche online e vendere il tuo prodotto e servizio con un sito di ecommerce.

Ciò che mi interessa sottolineare con questo articolo è che le possibilità di guadagnare online sono reali, ma altrettanto reali sono impegno e costanza che occorrono in qualsiasi attività imprenditoriale.

Se hai passione, voglia di fare, pazienza di aspettare che l’attività decolli, sei disposto a studiare e imparare costantemente allora lo strumento che la tecnologia attualmente offre è sicuramente ideale a trasformare una tua passione o competenza in un lavoro serio e adeguatamente remunerato ma diffida da chi promette facili guadagni e in poco tempo.


Lascia un commento

Your email address will not be published.