In questo articolo vorrei fare qualche considerazione sul come ottenere successo, le responsabilità e altri fattori che influenzano un percorso personale che porta a creare un’attività che funziona o comunque in generale a raggiungere un obbiettivo.

Si parlo di responsabilità perchè spesso si da la colpa alla crisi, al momento, ecc, concordo che questi siano periodi veramente difficili e non si può negare che non lo siano ma vorrei anche aggiungere una cosa, a mio avviso e penso sia cosa condivisibile e logica, nonchè di buon senso, la cosa migliore da fare è ottenere i miglior risultato che possiamo con le nostre capacità, agendo su ciò che possiamo controllare e modificare, poi è chiaro che ciò che non possiamo controllare non può essere gestito, ma intanto facciamo il massimo possibile che ci è possibile fare.

Molte persone partono con qualche progetto con grande entusiasmo poi pian piano questo entusiasmo sparisce prima di aver raggiunto un qualsiasi obbiettivo concreto.

Ricordo parecchi anni fa, frequentavo un pub dove ci si ritrovava tra appassionati di musica e chi suonava, diverse sere la settimana c’era musica dal vivo e una bella atmosfera, si parlava di cose che ti interessavano con tutti perchè c’erano parecchi musicisti.

La cosa che ricordo molto lucidamente è il fatto che durante e dopo l’esibizione delle band, molte persone prese dall’entusiasmo, magari di una serata riuscita particolarmente bene, proponevano vari progetti, facciamo questo, facciamo quest’altro, bei propositi ma poi poche cosa nascevano veramente perchè tra il dire e il fare… come si dice… al momento di organizzare prove, brani, ecc, chi aveva la partita di calcio, chi un altro impegno, quindi questi progetti  quando andava bene non nascevano e quando andava male duravano pochissimo e malamente, pochissime volte nascevano e funzionavano.

Penso che questo valga anche per le attività, in rete ci sono milioni di persone che cercano di crearsi un’attività che funzioni ma solo una percentuale molto esigua poi riesce.

E qui bisognerebbe fare un po’ di autocritica per capire, prima di incolpare altri, se abbiamo fatto tutto quanto ci era possibile per ottenere ciò che volevamo.

Come impieghiamo il tempo libero, ottimizziamo bene il tempo, stiamo facendo il nostro lavoro con passione?

Penso in realtà sia tutta una questione di volontà e motivazione personale, una sorta di molla che scatta in testa, prima l’obbiettivo deve essere chiaro nella mente in tutti i particolari, più particolareggiato riusciamo ad immaginare in nostro obbiettivo più sarà realizzabile.

Non è possibile realizzare qualcosa di concreto che non sia stato prima immaginato in maniera vivida.

È importante a mio avviso per ottenere risultati, programmare una scaletta quotidiana del lavoro da svolgere, il lavoro va pianificato e organizzato altrimenti si corre il rischio di essere dispersivi e improduttivi, ad esempio io la mattina rispondo subito alla posta urgente e all’assistenza prioritaria, cerco nuovi autori per i miei prodotti, scrivo articoli di aggiornamento al blog o sito, Mentre nel pomeriggio, correggo bozze di ebook, creo cover, mando newsletter, carico i prodotti nuovi da mettere in vendita e infine dopo una pausa nella prima serata mi occupo della fatturazione, amministrazione e dello studio di video o libri per la mia formazione continua.

Se non ti dai un programma, salti da una cosa all’altra ogni giorno in modo diverso, e questo, almeno per me non funziona. Devi trovare la tua formula.

Quindi ricapitolando, i segreti per raggiungere un obbiettivo sono la passione, la volontà e perseveranza, lo studio continuo, la continuità nel tempo e lavorare con un programma giornaliero ben definito dopo aver immaginato in maniera molto particolareggiata il proprio obbiettivo.

Se sei interessato a crearti una attività online il corso di infomarketing fa al caso tuo

Posta pure qui nei commenti cosa ne pensi e come gestisci la tua attività!


Lascia un commento

Your email address will not be published.