Un po’ di html

H0 voluto intitolare così questo articolo in quanto non tratterò in maniera approfondita qualcosa di così molto tecnico, non sono un informatico, ma vorrei qui riportare qualche nozione per chi lavora o vuole lavorare online ed è a digiuno completo di questo argomento.

Come sai attualmente esistono strumenti (software) che permettono di fare “quasi” tutto senza dover essere dei programmatori, però lavorando online può capitare spesso di imbattersi chiaramente nella personalizzazione di qualche aspetto o in problemi che possono essere risolti solo intervenendo sul codice.

Vorrei quindi riportare qualche informazione su html in modo che anche chi è a completo digiuno dell’argomento possa averne una visione più chiara, un’infarinatura.

Html significa Hypertext Markup Language, ed è il linguaggio con cui sono costruite le pagine web.

Attualmente siamo alla versione 5 ma il linguaggio è in continua evoluzione e ce ne saranno successive versioni.

Html 5 è stato rilasciato come uno standard dal w3c (world wide web consortium) che è un’organizzazione interazionale che sovraintende le linee guida del web.

La struttura delle pagine è data da html mentre la loro rappresentazione dagli stili Css.

Il linguaggio html nacque all’inizio degli anni ’90 al cern a Ginevra.

La novità erano i collegamenti ipertestuali, ossia il testo della pagina html non doveva necessariamente essere letto in maniera consecutiva come una pagina cartacea ma si poteva saltare ad altre pagine con un collegamento (link) ad altre pagine ad esempio.

Con html vediamo la nascita di marcatori in grado di descrivere  le caratteristiche strutturali dei documenti denominati tag.

Molti aspetti dell’html 5 sono rimasti gli stessi dalla prima versione sino ad ora, il linguaggio è basato su tag per rappresentare ipertesti e questa caratteristica rimarrà tale.

Un documento html (pagina web) è una struttura formata da testo dove troviamo due tag, uno di inizio e uno di fine:

<head>

</head>

Gli elementi di cui si compone la pagina prendono il nome di markup.

I tag definiscono informazioni di natura strutturale, in parole povere ognuno ha una funzione ben precisa, ad esempio definire un link.

I tag si susseguono secondo specifiche regole definite dalle specifiche html.

Gli attributi dei tag sono ulteriori specifiche, delle coppie nome/valore in grado di fornire informazioni aggiuntive sull’elemento a cui si riferiscono.

Il “body” è invece il corpo della pagina con tutto il contenuto che il browser deve mostrare.

Quindi i tag html  Head, body sono gli elementi principali di ogni documento html e sono sempre presenti.

In html 5 ogni documento si apre con l’intestazione <!DOCTYPE html>.

Di seguito vengono riportati gli elementi html più importanti con il loro significato.

title: serve per indicare il titolo della pagina dentro l’elemento head

textarea: è una casella per l’inserimento di testo

table, th, tr, td: serve per definire una tabella fatta di righe colonne e celle

style: serve per aggiungere la definizione degli stili CSS all’interno dell’head della pagina

span: è un contenitore generico che serve per associare ad una porzione di testo uno stile o un riferimento

select, option: è una dropdownlist che serve per la selezione di un valore in una lista di opzioni

script: si può inserire un codice lato client nella pagina

ol, ul, li: permettono di definire elenchi puntati e numerati

p: è un paragrafo di testo

meta: è un tag che serve per definire i metadati nell’elemento head

link: serve per specificare un riferimento nell’elemento head

label: è l’etichetta di un elemento

input: tag usato all’interno delle form per definire un elemento per inserire dati

img: mostra un’immagine nella pagina, il percorso del file si indica con l’attributo src

inframe: è un riquadro nella pagina

html: è l’elemento radice della pagin (documento) html

hr: è una riga di separazione in orizzontale

head: è l’inizio del documento html che contiene i metadati e i riferimenti

h1…h6: in ordine di importanza sono titoli e sottotitoli

form: è un modulo per l’inserimento dati

div: è un contenitore che serve per associare un riferimento o stile a una parte del markup

button: definisce un pulsante

br: interrompe la linea, va a capo

body: è il corpo della pagina

a: definisce un link verso una pagina o verso la pagina stessa in un altro punto , con l’attributo href  si specifica l’indirizzo della pagina a cui puntare

Chiaramente utilizzare un linguaggio è questione che richiede tempo e studio, ma ritengo utile almeno avere una infarinatura di un linguaggio come html e spero che l’articolo ti possa essere servito a tal scopo.

Come sempre se l’articolo è stato di tuo interesse o vuoi chiedere qualcosa in merito ad esseo, scrivi un commento!

 

 

2 Comments

  • Luigi

    Reply Reply 16 luglio 2017

    Anch’io non sono propriamente un informatico ma, per lavoro, ho dovuto imparare un po’ di HTML… personalmente suggerisco la lettura della guida HTML di MrWebmaster che è davvero semplicissima ed allo stesso tempo dettagliata. https://www.mrwebmaster.it/html/guide/guida-html/
    Ciao e complimenti per il tuo blog

  • webmarket73

    Reply Reply 20 luglio 2017

    Ciao Luigi e grazie infinite per il tuo commento, tra l’altro condivido pienamente ciò che hai scritto e il link alla risorsa che hai evidenziato.
    Il tuo commento mi rende felice in quanto sto lavorando a questo blog parallelamente ad altri lavori e occorre tempo e impegno per dare visibilità ad un sito, spero continuerai a seguirmi, intanto grazie per il tuo contributo!

Leave A Response

* Denotes Required Field