Google Panda e Penguin Update

La tecnologia è in continua evoluzione e un’azienda come google la utilizza sempre nelle sue forme più evolute.

Negli ultimi anni Google utilizza algoritmi sempre più raffinati per cercare di penalizzare i siti di scarsa qualità e che fanno spam.

L’algoritmo dedicato alla lotta allo spam è Google Panda e nel 2012 è stato avviato anche Penguin Update.

Quest’ultimo algoritmo va a cercare e penalizzare i siti che sfruttano tecniche artificiose per il posizionamento nella serp di Google ed allo stesso tempo non hanno contenuti utili al visitatore del sito.

Viene considerata spam la tecnica che consiste nell’inserire link in uscita che nulla hanno a che fare con il contenuto del testo della pagina web la quale a sua volta non offre informazioni di utilità.

Sembra un po’ macchinoso ma non lo è.

Vediamo come comportarci, semplicemente con regole di buon senso, Google cerca contenuti utili, informazioni interessanti da fornire agli utenti del motore di ricerca, quindi ciò che non rientra in questi canoni è penalizzato.

Ragiona da blogger come ragioni da utente della rete, se fai una ricerca e arrivi, nonostante hai inserito parole chiave pertinenti, ad un sito spazzatura, poi tendi a cambiare il motore di ricerca perchè lo ritieni scarso, per evitare questo Google penalizza siti di scarsa qualità.

Semplicemente quando carichi contenuti non copiare, ne incollare testo e chiediti se ciò che scrivi può servire al lettore.

Insomma scrivi per dare informazioni che tu stesso saresti felice di trovare.

Leave A Response

* Denotes Required Field